blognotizie.info 22 Mag 2017


Consumi italiani: meno alimentari e più spese obbligate, poveri triplicati dal 2006

14 Settembre 2016, 06:55 | Agostino Fabbiani

Consumi italiani: meno alimentari e più spese obbligate, poveri triplicati dal 2006

Cambiano i consumi degli italiani

Secondo i dati elaborati dall'Ufficio studi di Confcommercio rispetto a dieci anni fa le famiglie povere sono raddoppiate e le persone assolutamente povere sono aumentate del 177%, cioè quasi triplicate, passando da 1,66 milioni a quasi 4,6 milioni.

La crisi dei consumi non è solo un effetto della congiuntura, ma ha radici più profonde.

Roma, 14 set. (askanews) - E' allarme povertà in Italia. Aumentano le spese per affitti e bollette a discapito di quelle per alimenti e vestiario.

Monsanto cede alle avances di Bayer
A maggio scorso, i vertici delle due società si erano incontrati per trattare una prima proposta d'acquisto avanzata dei tedeschi. L'anno dopo sarà il turno dei Roundup Ready Soybeans, semi di soia Ogm in grado di resistere al glifosato.

La terziarizzazione dei consumi, secondo Confcommercio, è forse un fenomeno ancora sottovalutato: la quota di spesa per i beni è passata in venti anni dal 56,4% al 47,4%, con una perdita di nove punti percentuali. Ciascuna famiglia spenderà ogni mese 98,55 euro per questo capitolo, più del budget dedicato alla carne, in controtendenza del -1,3% accusato dal valore dei consumi alimentari. Se si guarda ai prezzi, i beni commercializzabili sono cresciuti del 40% contro l'80% delle spese obbligate, con punte prossime al 100% nel caso delle spese per l'abitazione. Al Sud vive il 45% delle persone povere italiane.

(Fonte: www.confcommercio.it, "Povertà e spese obbligate schiacciano i consumi", 12 settembre 2016).



Altre Notizie