blognotizie.info 08 Dicembre 2016


Legge Bilancio, Ue nutre dubbi, potrebbe inviare lettera - fonte

19 Ottobre 2016, 07:07 | Agostino Fabbiani

Consiglio dei Ministri

Chiude Equitalia. Le risorse a pensioni e sanit

Gli investimenti pubblici aumenteranno di 12 miliardi in 3 anni, di 2 miliardi nel 2017, 4 nel 2018 e 6 nel 2019.

Anche la quattordicesima per i pensionati viene aumentata; sarà infatti erogata anche a chi ha un reddito personale complessivo fino a 2 volte (e non più una volta e mezza) il trattamento minimo.

- C'è poi l'"ape social", ossia l'anticipo pensionistico per le fasce di lavoratori in difficoltà: i cassaintegrati, disoccupati e familiari di invalidi avranno una soglia di reddito di 1.350 euro al di sotto della quale il prestito ponte sarà a carico dello Stato.

In concreto, si aumenta ulteriormente la spesa corrente con una raffica di misure spendaiole soprattutto sul fronte sempre caldo delle pensioni e su quello del pubblico impiego, con migliaia di nuovi assunti che fanno tanto consenso elettorale.

Particolarmente vantaggiosa la misura per quanto riguarda i lavoratori autonomi e gli artigiani, che fino a oggi erano sottoposti al prelievo fiscale del lavoratore dipendente pur esercitando essenzialmente attività d'impresa.

Come già accennato, nei prossimi mesi sarà inoltre data la possibilità ai contribuenti di regolarizzare la propria posizione fiscale con il pagamento di tutti i debiti, in un'unica soluzione o in tre rate, senza sanzioni e interessi e con un aggio forfetario al 3%.

Confermate le modifiche agli Studi di settore anticipate anche da Odontoaitria33.

Non entreremo nel dettaglio: innanzitutto, per evitare di appesantire eccessivamente l'analisi, trattandosi di un profluvio di numeri che finirebbe con lo stancare, e forse anche con l'infastidire, il lettore; in secondo luogo, perché siamo abituati a commentare ciò che esiste e non le esibizioni propagandistiche di un uomo indubbiamente abile nel fare campagna elettorale ma assai meno esperto e capace nel governare e nel tenere unito un Paese più che mai bisognoso, invece, di coesione e di fiducia. Il testo definitivo della Legge di Bilancio e del collegato alla manovra dovrebbe, almeno questa è l'intenzione del Governo, essere approvata entro il 4 dicembre per evitare, queste le voci di stampa, che un eventuale vittoria del No possa impedirne il varo.

Il 17 ottobre scorso è approdato a Bruxelles, il Draft Budgetary Plan, che spiega le linee di intervento proposte dal governo italiano.

Il nuovo capitolo di cui parla Renzi è Equientrate, la nuova struttura interna all'Agenzia delle Entrate, che dovrà occuparsi della riscossione di tributi e contributi non pagati.

L'iter della Legge di Bilancio 2017 è solo al suo primo passaggio, continua a seguirci per tutti gli aggiornamenti nel corso dei passaggi in Camera e Senato. L'analisi più approfondita avviene però all'interno del cosiddetto "semestre europeo", un ciclo di coordinamento delle politiche economiche e di bilancio nell'ambito dell'Ue.



Altre Notizie