blognotizie.info 08 Dicembre 2016


Telecamere negli asili nido, via libera alla legge alla Camera

19 Ottobre 2016, 11:24 | Amalia D'elia

Ok della Camera alla proposta di legge per le videocamere in asili e centri anziani

Asili nido: la Camera approva le telecamere anti-abusi

La legge chiarisce ora che le videocamere sono a circuito chiuso e le immagini sono cifrate al momento della registrazione attraverso un sistema con due chiavi, una in possesso della struttura, l'altra di un ente certificato terzo. Per quanto concerne le strutture pubbliche, spetta alle amministrazioni comunali (per gli asili nido e le scuole dell'infanzia) e alle Asl (per le strutture socio-assistenziali) garantire che le strutture possiedano i requisiti urbanistici, edilizi, di prevenzione antincendio, di igiene e di sicurezza organizzativo-funzionali e di gestione del personale previsti dalla normativa vigente; provvedere all'installazione di telecamere a circuito chiuso nelle strutture di loro competenza. Poi, sia le strutture private sia quelle pubbliche, potranno farlo soltanto "previo accordo collettivo con le rappresentanze sindacali unitarie" o, in mancanza di consenso, con l'autorizzazione dell'Ispettorato del lavoro. A Montecitorio, i voti a favorevoli sono stati 279, 22 i contrari e 69 gli astenuti.

Soddisfatto il Pd, con il capogruppo Ettore Rosato a sottolineare che non ci sarà "nessun Grande fratello ma controlli mirati e accurati per prevenire e velocizzare le indagini in caso di segnalazione di un reato".

Nel caso di una denuncia o segnalazione potranno vedere le immagini solo il pubblico ministero o la polizia giudiziaria su delega. La presenza dei sistemi di sorveglianza dovrà essere sempre segnalata a chiunque accede ai locali monitorati. Con la nuova legge, ogni violazione potrà essere accertata molto prima. La legge consente l'installazione delle telecamere di sorveglianza salvo prima avvertire in modo chiaro e specifico tutti gli utenti e i lavoratori della struttura.

I gruppi creati dai genitori avevano chiesto anche test psico-attitudinali per chi lavora con bambini, anziani e disabili, e la legge demanda al governo di preparare un decreto legislativo entro 12 mesi dalla sua approvazione.



Altre Notizie