blognotizie.info 22 Giugno 2017


Roma, Virginia Raggi: "Contro di noi atti intimidatori"

20 Ottobre 2016, 01:42 | Amalia D'elia

Roma, Virginia Raggi: "Contro di noi atti intimidatori"

Roma Raggi ok incontro col Governo su salario accessorio

Il Messaggero ha rivelato che l'atto fondamentale per il Comune di Roma, soprattutto dopo l'inchiesta Mafia Capitale che ha terremotato Palazzo Senatorio e risultato molto operativo anche durante i lavori per il Giubileo straordinario è scaduto da tre mesi e senza alcuna richiesta di rinnovo all'orizzonte. Faremo un ulteriore passaggio per il salario accessorio, c'è un buona interlocuzione', ha assicurato la sindaca che ci ha tenuto a specificare di aver percepito un 'clima di collaborazione'.

Il sindaco cinquestelle di Roma, Virginia Raggi, ascoltata in Commissione parlamentare antimafia presieduta da Rosy Bindi, ha detto: "All'esito delle indagini di Mafia capitale abbiamo preso dei provvedimenti attivando tutti i procedimenti disciplinari per le persone coinvolte".

Riforma pensioni. Le ultime novità ad oggi 19 ottobre 2016
Anche su questo fronte vi aggiorneremo nei prossimi giorni, visto che le eventuali modifiche sono tutte in divenire. Tuttavia l'anticipo pensionistico non è ancora stato definito perfettamente.

"La soluzione proposta dal Comune è quella di effettuare il pagamento utilizzando un meccanismo che ci viene concesso visto che siamo riusciti a fare delle economie di gestione", ha aggiunto. Il Sottosegretario De Vicenti, invece, prende la faccenda alla larga e afferma "che la questione rientra strettamente nell'autonomia decisionale e nella responsabilità dell'Amministrazione comunale". Il Governo ha invitato il Comune "ad una verifica nella sede deputata ad affrontare tale problema che è il tavolo interistituzionale previsto dalla medesima legge e che già opera per monitorare l'attuazione del piano di rientro". Sara' presto riattivato il tavolo interistituzionale.

Il Tavolo si riunirà a breve per il monitoraggio sul primo semestre 2016. La prima cittadina è accompagnata, tra gli altri, dagli assessori al Bilancio Andrea Mazzillo e alle Politiche sociali Laura Baldassarre e dal vice segretario generale del Campidoglio Mariarosa Turchi. Le convinzioni della Raggi e il rinvio del sottosegretario De Vincenti mettono in ebollizione gli umori dei sindacati della finzione pubblica di Cgil, Cisl e Uil che da subito cominciano a raccogliere le adesioni dei dipendenti capitolini per il recupero del salario accessorio non erogato con un'azione legale. Il tempo delle promesse è finito, le lavoratrici e i lavoratori aspettano risposte concrete dall'amministrazione e dal Governo, che continua a non investire sul lavoro pubblico, come dimostra l'ultima legge di stabilità. Insomma, i sindacati non abboccano a questo rinvio perché "senza atti concreti insieme all'azione legale partirà la mobilitazione, senza escludere lo sciopero generale per difendere la dignità e il salario lavoratori".



Altre Notizie