blognotizie.info 27 Mag 2017


FCA batte il mercato UE a gennaio

16 Febbraio 2017, 01:36 | Agostino Fabbiani

FCA batte il mercato UE a gennaio

FCA batte il mercato UE a gennaio

Parte bene il mercato europeo dell'auto. A gennaio, infatti, le auto vendute nel Gruppo nei Paesi Ue + Efta sono state il 15,2% in più rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, per un totale di 83.780 unità. A gennaio le immatricolazioni del Biscione sono state 6 mila, il 31,4% in più di gennaio 2016, per una quota in aumento di 0,1 punti percentuali allo 0,5%. Il dato è stato diffuso dall'Acea, l'Associazione dei produttori europei e segnala che per Fca c'è stata dunque una crescita maggiore di quella del mercato. Tra i brand del gruppo sono in crescita Alfa Romeo (+31,4%), Fiat (+17,3%) e Lancia Chrysler (+2,5%) mentre è in calo Jeep (-5,6%).

Oltre alla crescita registrata in Italia (+12,7% in un mercato cresciuto del 10,1%), Fca ha ottenuto risultati positivi in quasi tutte le principali nazioni europee: in Germania (volumi in crescita del 22,7% in un mercato che ha registrato un aumento del 10,5%), in Francia (+19% rispetto al +10,6% del mercato) e in Spagna (vendite in crescita del 32,2% in confronto al +10,6% del mercato).

Champions in tv, Real Madrid Napoli: ecco dove vedere il match
Sbagli gli appoggi, ma soprattutto sbaglia sul secondo gol quando abbocca alle finte di Ronaldo e va giù immotivatamente. Albiol 5: Benzema gli scappa alle spalle con una certa regolarità e in una di queste occasioni il francese lo punisce.

Fca ottiene ancora una volta un risultato in Europa (+15,2%) migliore di quello del mercato (+10,1%), con la quota che sale al 7% dal 6,6% di un anno fa. Quanto ai modelli "con una quota insieme del 31,6%, Panda e 500 confermano la loro leadership di lunga data nel segmento A. 500 L è la più venduta del suo segmento con quasi il 22% di quota". Continua la crescita della Tipo: nelle primissime posizioni di vendita in Italia, cresce anche in Europa. Risultati positivi per il marchio in Italia (+27,2%), in Germania (+48,4%), in Francia (+2,4%) e in Spagna (+58,6%).



Altre Notizie