blognotizie.info 27 Febbraio 2017


Patrimonio Inps negativo per 1,7 miliardi nel 2016

16 Febbraio 2017, 07:11 | Agostino Fabbiani

Inps, la Corte dei Conti: «Patrimonio in rosso per la prima volta»

Corte Conti lancia allarme Inps Patrimonio è in rosso

BOERI E POLETTI: "NESSUN ALLARME" - Il presidente dell'Inps Tito Boeri ha subito commentato il documento della Corte dei Conti, rassicurando pensionati e contribuenti: "La Corte non lancia alcun allarme sui bilanci. Si tratta di una questione contabile".

Sulla questione è intervenuto anche il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, che ha ribadito: "Il sistema è assolutamente sostenibile". Nel 2016 è previsto che "per effetto di un peggioramento dei risultati previsionali assestati (con un risultato economico negativo che si attesta su 7,65 miliardi) il patrimonio netto passi, per la prima volta dall'istituzione dell'ente, in territorio negativo per 1,73 miliardi". Anche perché il disavanzo deriva unicamente da ritardi nei trasferimenti dello Stato che vengono anticipati dall'INPS e poi ripianati di nuovo dallo Stato.

Ligabue: ad Acireale il via al tour nei palasport
Le date al Palalottomatica saranno recuperate il 12 e 13 aprile, il 17, 19, 20 e 21 maggio. Scopri tutte le date e i biglietti del tour 2017.

"Non è più procrastinabile una riforma della governance dell'Inps". A fine 2011 l'Istituto aveva un attivo patrimoniale di 41,2 miliardi e a fine 2017 si prevede un patrimonio negativo di 7,8 miliardi. La spesa ha superato quindi nettamente le "entrate contributive" che, prosegue la relazione, "segnano un incremento di 3,32 miliardi sul precedente esercizio e risultano pari a 214,79 miliardi". Le prestazioni sono garantite dallo Stato italiano. In particolare la spesa per le prestazioni istituzionali ammonta a 307,83 miliardi, con un incremento rispetto all'anno precedente di 4,43 miliardi, principalmente per l'aumento della spesa per pensioni (+4,26 miliardi).

"Il conto economico, infatti, espone, al netto dell'accantonamento a riserva legale per 2,95 mld, un risultato di esercizio negativo per 16,3 mld (-12,48 mld nel 2014), condizionato da un accantonamento al fondo rischi crediti contributivi per 13,09 md (4,97 md nel 2014)". Le pensioni vigenti sono oltre 21 milioni, di cui circa l'82% previdenziali.



Altre Notizie