blognotizie.info 27 Mag 2017


De Laurentiis: "Squadra senza cazzimma. Sarri? Non si può giocare"

17 Febbraio 2017, 02:43 | Agostino Fabbiani

Gli altri erano come bloccati di fronte a questo mostro sacro che è il Real Madrid" ha detto De Laurentiis che poi ha incalzato: "Qui si vuole evitare troppo la sperimentazione che è utile per capire le forze che si hanno a disposizione. Una disanima forse troppo severa, in parte mitigata dalle aspettative per la gara di ritorno: "Nella bolgia del San Paolo segnando il primo gol potrebbero andare in confusione". De Laurentiis ha acceso il caso scagliandosi contro il suo allenatore; il tecnico azzuro ha provato a ridimensionarlo, ribadendo però la sua posizione. Lui può avere le sue idee, ma preferirei le dicesse a me. L'unico che ha dimostrato di averla è stato un napoletano come Insigne. In campo si va con la tuta, non con i vestiti.

Perdere in casa del Real Madrid era abbastanza prevedibile. Non credo che ci sia questa grossa differenza di qualità con i calciatori top. Questa sera è mancata la precisione e l'aggressività.

Sulle chance e la squadra: "Ci siamo e vogliamo esserci ancora". Sono stati 12 anni di grande cavalcata dalla Serie C al Real Madrid e 7 anni d'Europa.

Emma Marrone: nel terzo appuntamento del fortunato talk "L'intervista"
Domani sera , giovedì 16 febbraio , andrà in onda la terza puntata de L'Intervista, programma condotto da Maurizio Costanzo. Ma non tutti ricordano che Emma Marrone ci aveva già provato una volta con il gruppo Lucky Star .

"Non ancora, spero di vederlo prima della partita e spero che abbia tempo per scambiare due parole con i ragazzi". Il presidente azzurro si presenta ai microfoni di 'Premium Sport' nel post gara ed attacca tutti, soprattutto il tecnico Maurizio Sarri, colpevole di non far giocare gli ultimi acquisti del calciomercato. Quindi espone la teoria delle sconfitte "salutari": "A me non interessa vincere sempre in campionato - dice - le sconfitte a volte fanno bene e ho la possibilità di riprendermi nelle partite successive". La legge dovrebbe imporre che lo votazioni si fanno in base ai tifosi.

La risposa dell'allenatore del Napoli non si è fatta attendere e anche Sarri ci è andato giù pesante: "A Castelvolturno in allenamento ci sono io e decido io". Se perdi palla al secondo passaggio è difficile fare una ripartenza. "Poi che i valori siano differenti è un dato di fatto, ma noi al meglio avremmo ridotto questo gap". Contrariamente al risultato, credo il Napoli possa stare al tavolo delle grandi. Mi annoiano i postgara, in particolare ieri al fischio finale ero talmente svuotato di ogni energia psicofisica e sono crollato.



Altre Notizie