blognotizie.info 27 Febbraio 2017


Politica: PD, BERSANI "SCISSIONE GIÀ AVVENUTA"

17 Febbraio 2017, 04:04 | Alberto Lambruschi

"Renzi? E' un bischero, non ne infilza più una"

Direzione Pd Renzi accetta il congresso. Minoranza Pd Trumpismo M5S Ue

E così siamo già a 3! In Transatlantico, l'ala 'orlandiana' dei Giovani Turchi ha l'umore alto, in attesa di domenica quando alle 10 prenderà avvio a Roma - con ogni probabilità all'hotel Parco dei Principi - l'assemblea nazionale del partito dove Matteo Renzi dovrebbe annunciare le proprie dimissioni da segretario e dare così il via al congresso. Un partito che rischierebbe di fermarsi attorno al 20%, terzo dopo il M5S e un agglomerato Forza-Italia-Lega-Meloni.

La motivazione è chiara: se la rottura dovesse avvenire a congresso perso (e con l'alleanza Renzi-Franceschini il risultato sembra blindato) i bersaniani verrebbero accusati di non aver saputo accettare il verdetto democratico degli iscritti. Da parte di chi lo ha accusato di aver smarrito quell'ispirazione. Prendendoli in parola, ieri Matteo Renzi ha sciolto la riserva e ha deciso di convocare le assise del partito. Venite, partecipate. È inspiegabile far parte di un partito che si chiama democratico e aver paura della democrazia. No. I tempi accelerati possono danneggiare le minoranze?

L'impressione è che la minoranza viva in una sorta di paradosso del prigioniero. Dunque, l'ex Presidente del Consiglio fa il riassunto delle puntate precedenti, che suona come un atto d'accusa nei confronti della minoranza del partito, che, a suo dire, avrebbe più e più volte cambiato orientamento.

MotoGP test Australia Lorenzo: "Ci manca tanto, la mia Ducati è nervosa"
A sostenere che sì, dopo nove anni consecutivi passati in Yamaha un periodo iniziale di adattamento alla Ducati era inevitabile. Qual è il problema più grosso? Dobbiamo capire come risolvere questa difficoltà.

Questo sito utilizza i cookies per una migliore esperienza di navigazione e per finalità commerciali. Lo dico anche a chi sta fuori.

A conclusione del suo intervento, come sempre lucido, Gianni Cuperlo ha prospettato al Pd un'alternativa inquietante: o immaginarsi tra le centinaia di balene spiaggiate sulle coste dei mari del Sud, o collocarsi tra quei volonterosi che si sono attivati per bagnarle in modo che potessero sopravvivere. Ecco, io sono lo sceriffo. "Ieri ho chiesto a Renzi di avere più umiltà". Io credo che sia un dato decisamente generalizzato. Non ha nemmeno detto che, come prevede lo statuto in caso di congresso anticipato, si dimetterà formalmente in assemblea. Che lo trovino impotabile da un punto di vista antropologico. Bersani ha inoltre rigettato le critiche dell'ala maggioritaria del Partito, secondo cui la minoranza voglia dettare i tempi di inizio e la durata complessiva del preannunciato Congresso. E questo è ancora più vero se si pensa al peso che ha il PD al Sud: "zero".

In questi ultimi mesi in tutto l'Occidente, accanto ai Trump e alle Le Pen, è cresciuta la forza delle sinistre più radicali dentro i partiti socialisti o democratici: dal britannico Corbyn al francese Hamon passando per l'americano Sanders. Ma, chissà perché, non succede quasi mai, nei western. Come conseguenza l'ex segretario sostiene di tenere il Congresso da giugno all'autunno, proprio per decidere come affrontare tali argomenti. Soprattutto il plebiscito per un leader che appare molto meno popolare rispetto alla sua stagione d'oro del 2013-2014.



Altre Notizie