blognotizie.info 26 Febbraio 2017


Quando Virginia Raggi era contro lo stadio della Roma

17 Febbraio 2017, 09:15 | Amalia D'elia

In Campidoglio lo stadio tiene banco, Raggi: no a nuove colate di cemento. Malumori nel M5s

Quando Virginia Raggi era contro lo stadio della Roma

Per questo si effettuano altre verifiche patrimoniali su Romeo e si cerca di chiarire il mistero della cassetta di sicurezza - appoggiata a un suo conto corrente personale - svuotata il 19 dicembre dello scorso anno, due giorni dopo l'arresto per corruzione di Raffaele Marra. Si tratta di una polizza da 8000 euro, accesa il 26 gennaio scorso, cioè dopo che era stato reso noto che la sindaca aveva ricevuto dalla Procura un avviso a comparire. Ho letto anche io i giornali e sono la prima a voler capire una vicenda che mi vede totalmente estranea. "E' per i suddetti motivi che oggi stesso abbiamo presentato una interrogazione urgente al Sindaco per conoscere le modalità di pubblica rilevanza con i quali sono stati assegnati incarichi o attività di consulenza all'avvocato Luca Lanzalone e l'entità dei compensi, qualora siano previsti, riconosciuti per lo svolgimento di tale attività".

E anche se tra i commenti non c'è per niente unanimità (e molti sono contrari all'idea di bloccare lo stadio), intanto nelle bacheche degli attivisti cominciano a circolare le dichiarazioni del 2014 della sindaca.

Direzione Pd, Renzi: chi perde rispetti voto
Lo slogan è di quelli che l'ex premier sfodera sempre al momento giusto, da decisionista risoluto. Ci sono le riforme istituzionali da riprendere in mano, come spiega Fassino.

Questa la premessa del post, il cui autore è Francesco Sanvitto, storico e noto attivista grillino e soprattutto architetto a capo del tavolo di urbanistica del M5S Roma che più volte aveva consegnato obiezioni e proposte alternative alla costruzione dell'impianto dell'As Roma. Ascoltato sul punto, Romeo ha spiegato ai pm di aver scelto Raggi come beneficiaria per "affetto", in virtù del loro rapporto di amicizia. Il procedimento speciale descritto dal art. 1, comma 304, della legge n. 147 del 2014 chiaramente dice che non sono possibili modifiche "sostanziali" in conferenza di servizi senza addivenire ad un annullamento della delibera di pubblico interesse e ricominciare l'iter. Il 25 febbraio Raggi comunica di essere indagata, il giorno dopo Romeo le intesta la polizza da 8 mila euro.

IL CASO BERDINI Da giorni si moltiplicano le voci che chiedono la condivisione delle scelte sulle piattaforme di discussione pentastellate, ricorrendo ad esempio alle votazioni on line, ovvero ad uno degli strumenti di dibattito interno che ha caratterizzato la nascita dell'esperienza del Movimento. Per metterla in difficoltà?



Altre Notizie