blognotizie.info 26 Febbraio 2017


Samsung nella bufera, arrestato il leader Jay Y. Lee

17 Febbraio 2017, 11:18 | Amalia D'elia

Seul, arrestato Lee Jae-yong, patron del colosso Samsung: corruzione

Azioni Samsung in rosso vice presidente arrestato. Quale futuro per la societ

L'accusa è legata una maxitangente da 40 milioni di dollari pagata a Choi Soon-sil, una donna potente legata a un culto sciamanico che, grazie al suo stretto rapporto con la presidente Park, ha ottenuto dai chaebol milioni e milioni di dollari per facilitare talune operazioni.

Continua ad aggravarsi lo scandalo di corruzione che sta scuotendo la Corea del Sud. L'arresto è avvenuto poco dopo che la Corte centrale distrettuale di Seul ha dato l'ok. Lee potrà ora restare in carcere fino a 20 giorni prima di comparire davanti alla corte che potrà incriminarlo formalmente.

Padre Renzi indagato su appalti Consip
Romeo è considerato tra i personaggi cardine dell'inchiesta napoletana attualmente trasferita a Roma . Tiziano Renzi avrebbe ricevuto oggi un invito a comparire.

Lee è accusato di aver pagato una maxi tangente da 43 miliardi di won per ricevere dal governo il via libera alla fusione di due unità di Samsung. I giudici hanno invece rifiutato di emettere un mandato di arresto nei confronti del presidente di Samsung Eectronics, Park Sang-jin, che secondo i procuratori avrebbe avuto un ruolo importante nella rete di favori con la consigliera di Park, Choi Soon-sil. Il tribunale ha autorizzato l'arresto del vice presidente del gruppo per "le nuove accuse e prove presentate", quindi il magnate 48enne è stato portato in cella nel carcere di Uiwang, a sudovest di Seul, ha riferito Korea Herald.

Oltre che di corruzione, Lee è accusato di ostruzione alla giustizia e di violazione della legge sul trasferimento dei beni all'estero.



Altre Notizie