blognotizie.info 29 Mag 2017


Pd: Guerini, inspiegabile scissione su data congresso

17 Febbraio 2017, 12:11 | Amalia D'elia

Pd: Guerini, inspiegabile scissione su data congresso

20170213_DIR_Orlando_U

E qua, come raccontano Fatto Quotidiano e Repubblica, Renzi avrebbe già in mente la strategia per non soccombere al Movimento 5 Stelle. "Ma ieri ho visto solo dita negli occhi".

Proviamo, dunque, a fare chiarezza cercando di capire quando c'è il congresso PD, cos'è e cosa dobbiamo aspettarci dopo le dimissioni di Matteo Renzi. Incontro che potrebbe, chissà, ufficializzare la scissione sbaragliando i piani di Renzi. L'Italia è cosa più complessa e l'impresa non va applaudita ma sospinta, anche con scelte adeguate a fare questo piuttosto che altro con la creazione di convenienze fiscali e di sostegno all'estero. Tanti, in queste ore, chiedono al ministro della Giustizia di farsi avanti, di scendere in campo come candidato al congresso.

Le vicende politiche degli ultimi giorni sono molto importanti per il PD perché potrebbero avere una grande influenza sia sulla data delle elezioni politiche che sul loro esito. Se rischia il frontale glielo dico.

Eurozona: commercio estero, surplus di 28,1 mld a dicembre
Anche il surplus della Ue-28 è salito (20,9 miliardi a dicembre 2016 rispetto a 20,6 miliardi di dicembre 2015). Gli analisti si aspettavano un surplus a 4 miliardi.

L'ex premier sembra però convinto che vi sia poco da fare per fermare la scissione, nonostante un ultimo appello fatto - "Bloccate le macchine della divisione", ha detto al Corriere oggi - convinto che non ci sia molto da fare per ricucire. Sull'ipotesi di una candidatura di Orlando: "Cederei il posto a chiunque abbia più chance di me". "Sentire Bersani parlare di buon senso mentre minaccia scissioni dalla mattina alla sera è davvero pittoresco", accusa Roberto Giachetti mentre la senatrice Roberta Puglisi parla di "reazione spropositata" che "sorprende e preoccupa". "E la comunità nazionale non può ridursi a una massa di individui arrabbiati, che inevitabilmente trova solo nel capo la sua sintesi". "Sarebbe come voler giocare a calcio senza le scarpe".

Quello che succede al centro del sistema politico è sempre decisivo per le sorti del Paese (Duverger), pertanto pare auspicabile che il centro, al di là delle etichette di destra o di sinistra, possa continuare a giocare la partita decisiva in difesa dell'Europa e della pace, contro tutti i populismi e i massimalismi che, piaccia o non piaccia, manifestano oggettivi segnali di pericolo per le sorti della democrazia.

Visita di Matteo Renzi a Milano, il segretario del Pd è arrivato poco prima delle 19 nella sede metropolitana del partito in via Lepetit. "Una legge ha valore superiore rispetto alle decisioni dell'ufficio di presidenza che hanno sempre regolato i vitalizi". Ufficialmente è uno dei candidati alla segreteria del Pd, il governatore della Puglia che irrompe in un "Pd che è quasi tutto fuori dal Pd". Su queste basi, nel 2014 ha raccolto il consenso del 40,8 per cento degli elettori italiani.



Altre Notizie