blognotizie.info 26 Febbraio 2017


Statali, via libera a licenziamento lampo per furbetti del cartellino

17 Febbraio 2017, 04:54 | Amalia D'elia

Ok Cdm decreti antifurbetti,partecipate

P.A. 280 licenziamenti nel 2015 +23% rispetto al 2014

Il consiglio dei ministri ha dato il via libera ai decreti correttivi (Madia bis) messi a punto dal ministero della Funzione pubblica su taglio delle partecipate e licenziamenti veloci dei furbetti del cartellino. Sono i provvedimenti correttivi dei testi originari, già in vigore, che il Governo ha deciso di varare dopo la sentenza della Consulta sulla riforma della Pubblica amministrazione.

Napoli sconfitto a Madrid, De Laurentiis attacca Sarri: "Non capisco certe scelte"
Loro sono più forti di noi individualmente, di solito non facciamo questi errori, questo ha un po' compromesso la partita. RITORNO APERTO -"Non abbiamo fatto una partita pessima, ma potevamo fare meglio soprattutto in ripartenza".

Rinvio per riordino Asl - Secondo quanto si apprende, la riunione del Cdm è durata circa un'ora e l'ok al riordino della dirigenza medica delle Asl è stato invece rinviato, visto che Madia avrebbe chiesto la presenza anche del ministro Lorenzin, firmataria del decreto, oggi assente. Resta quindi confermato tutto l'impianto: sospensione in 48 ore e licenziamento entro un mese per chi viene colto a strisciare il badge e andare poi a casa. Gli enti locali avranno tempo fino al 30 giugno (il termine era precedentemente fissato al 23 marzo) per trasmettere i progetti contenenti le partecipazioni da eliminare perché fuori dai nuovi target e le liste degli esuberi. Spostata in avanti anche la scadenza per l'adeguamento degli statuti alle novità (fine luglio). Previsto, inoltre, un maggior coinvolgimento delle Regioni nelle decisioni, e viene ammorbidita la regola dell'amministratore unico: non sarà più un decreto ad hoc a stabilire i criteri per la deroga, ma basterà la delibera, seppure motivata, dell'assemblea. L'approvazione del Testo unico del pubblico impiego, infine, slitta alla prossima settimana: il termine è il 28 febbario, per poi passare all'esame delle Camere.



Altre Notizie