blognotizie.info 23 Mag 2017


Buon compleanno Roberto Baggio: il calcio omaggia i 50 del Divin Codino

20 Febbraio 2017, 04:18 | Agostino Fabbiani

Come svelato da Il Mattino, infatti, Giorgio Corbelli e Corrado Ferlaino sognavano di portarlo a Fuorigrotta ai tempi in cui Zeman sedeva sulla panchina azzurra.

Manca ai tifosi, ma soprattutto ai giovani che sognano di diventare calciatori e che si ritrovano ad avere come modelli personaggi forti, non forti quanto Roberto. Dall'esordio in azzurro con Vicini a Roma nell'88 fino alla partita celebrativa del 2004 a Genova con la Spagna, standing ovation voluta dalla Figc e da Trapattoni per il suo commiato a 37 anni compiuti: 56 presenze e 27 gol, alle spalle soltanto di Riva, Meazza e Piola, pallone d'oro 93 e tre Mondiali. "Con Pirozzi - ha aggiunto Baggio - resteremo in contatto e cercheremo di fare qualcosa di concreto".

Di religione Buddista, diceva: "il buddhismo ti insegna che tutte le prove avverse, le difficoltà, possiamo trasformarle in una sorgente di potere, di forza interiore, che porterà gioia nella nostra vita". Già all'ingresso delle squadre in campo si percepisce un'atmosfera magica, coreografie, striscioni, gli occhi degli 80mila del Meazza non solo a cercare i propri beniamini, ma per una volta ad ammirare un avversario, che per l'ultima domenica regalerà spettacolo su un campo da calcio. Kakà e Schevchenko mostrano tutto il repertorio, il Milan è avanti di due reti quando al 45esimo si ferma tutto lo stadio: punizione per il Brescia, il destro a giro di Baggio è una pennellata, Abbiati è battuto, ma il palo dice di no. Lo stesso De Biasi in panchina è incredulo, quasi a volersela prendere con il destino beffardo che nega la ciliegina sulla torta all'addio del suo numero 10 al calcio.

Spettacoli: ANGELA LANSBURY IN "MARY POPPINS RETURNS"
Come abbiamo detto, la Blunt darà il volto a Mary Poppins nel sequel e sarà affiancata da Lin-Manuel Miranada. Colin Firth interpreterà William Weatherall Wilkins , il presidente della Fidelity Fiduciary Bank.

Se Baggio aveva messo d'accordo tutti, lo stesso non si poteva dire degli allenatori. Frenato da tanti infortuni e da ginocchia fragili, ha sempre lottato con il sorriso e non hai mai mollato anche nei periodi più difficili.

Di magie Roberto Baggio ne fece tantissime.



Altre Notizie