blognotizie.info 26 Mag 2017


Tumore al seno, scoperta proteina che ferma l'avanzare della malattia

20 Marzo 2017, 03:11 | Alberto Lambruschi

Scoperta una proteina che protegge dal tumore mammario

Scoperta una proteina che si oppone al tumore al seno

Eccezionale scoperta nell'ambito della lotta contro il tumore al seno. La notizia sorprendente arriva direttamente dalle pagine della rivista scientifica internazionale Nature Communicaton, e riguarderebbe la scoperta di una nuova proteina in grado di proteggere tutte le donne dal tumore al seno.

Il lavoro è frutto di una collaborazione tra Dipartimento di Biotecnologie Molecolari e Scienze della Salute dell'Università di Torino, Città della Salute di Torino, IEO/IFOM di Milano, Università di Chieti-Pescara, Università di Camerino, Arcispedale di Reggio Emilia e l'Università svedese di Lund.

Lo studio coordinato dalla professoressa Paola Defilippi ha infatti mostrato come la somministrazione di p140 in caso si cancro al seno riesca ad arrestare i "rifornimenti" molecolari del tumore stesso e ad impedire che la massa cancerosa si sviluppi e dia origine a metastasi in grado di consentire la replica del cancro in altre parti del corpo. E rappresenta ancora la prima causa di morte per tumore nelle donne.

DIRETTA Serie A, Roma-Sassuolo 1-1: Paredes risponde subito a Defrel
Poi lo stesso Dzeko avrà una ghiottissima chance divorata pochi istanti dopo e sarà grande protagonista in generale della gara. Parlando della partita, ho rivisto la squadra che mi piace, mi è piaciuta soprattutto la prima metà.

Va sottolineato che il 20% dei casi sotto cui si presenta il tumore mammario è caratterizzato da una quantità sostanziosa di proteina ERBB2 nota anche come HER2 ed è proprio questa ad incrementare la crescita del tumore.

Lo studio ha individuato e caratterizzato un meccanismo di protezione dagli effetti dannosi dell'oncogene ERBB2. La proteina è la p140Cap. I risultati indicano che questa proteina è espressa in circa il 50% delle pazienti di tumore ERBB2, individuando un nuovo marcatore predittivo in questa patologia.

Inoltre sono stati dimostrati alcuni dei meccanismi attraverso cui questa proteina sarebbe in grado di limitare la crescita del tumore ERBB2.



Altre Notizie