blognotizie.info 24 Mag 2017


Ancora problemi di salute per Al Bano: ha avuto un'ischemia transitoria

23 Marzo 2017, 04:41 | Alberto Lambruschi

Ad accorgersi delle cattive condizioni di salute del cantante è stato un suo collaboratore, che stava rientrando con lui in Puglia, e che ha subito deciso di accompagnarlo al Policlinico di Bari. "Lasciatelo guarire in pace".

L'artista pugliese è lucido e il suo umore è buono, lo ha reso noto il primario del reparto di neurologia Giorgio Trianni e lo ha confermato una nota ufficiale del Fazzi che riportiamo integralmente: "Al Bano sta meglio - recita la nota - ed è costantemente monitorato nella sua stanza al sesto piano dell'Ospedale Vito Fazzi di Lecce". Al termine dell'evento si è sentito male.

E' cosa buona e giusta riflettere sull'intimità ritrovata tra i due ex coniugi: trattasi di quella rilassatezza emotiva che interviene tra due individui che hanno dato vita ad una grande avventura professionale e sentimentale ormai finita e che dopo i rancori che accompagnano i divorzi, hanno riconquistato l'affetto genuino che non ha niente a che fare con la passione. Secondo alcune fonti è in pieno recupero e le sue condizioni di salute sono in netto miglioramento.

Taxi, ecco la bozza del decreto per contrastare gli abusi
Il decreto, che si compone di cinque articoli, conferisce alle Regioni un ruolo importante per evitare gli abusi. Evitare "pratiche di esercizio abusivo" nell'attività di servizio taxi e noleggio con conducente.

Al Bano Carrisi, dopo il malore, vuole tornare in tournè per cantare. "E articola anche bene le parole".

"Ora tutti approfittano del malore di Albano per mostrarsi in tv, compreso chi ci marcia sul dolore degli altri" ha scritto Romina aggiungendo hashtag quali che tristezza, sciacalli, condor, bassezza e squallore. "Ha lasciato, dunque, l'unità di terapia intensiva per il reparto ordinario di degenza, indice del decorso positivo del quadro clinico generale".

Gli accertamenti medici nel frattempo proseguiranno per consentire un migliore inquadramento diagnostico e terapeutico, verificando la presenza e curando i possibili fattori di rischio.



Altre Notizie