blognotizie.info 22 Mag 2017


Bombe contro bus Borussia Dortmund: "Pista islamica o antifascista"

17 Aprile 2017, 08:16 | Amalia D'elia

Sei in: Cronaca > Assalto al bus del B. Dortmund: oggi si gioca |Dopo la paura tutti in campo, Bartra operato

Bombe contro bus Borussia, spunta la pista del terrorismo islamico

In questo caso potrebbe trattarsi di una matrice di destra. Dalle indagini non sono emerse prove che dimostrino il coinvolgimento dei due uomini finiti inizialmente nel mirino degli investigatori e quindi la pista islamista, per il momento, evapora. Lo ha fatto sapere la procura tedesca. Uno dei tondini di ferro è rimasto nel poggiatesta di un sedile, poteva accadere il peggio. "Per questo possiamo dire per fortuna che non è successo nulla di più grave" ha aggiunto Köhler, secondo cui le bombe avevano una capacità esplosiva di oltre 100 metri. Sono in corso altre analisi per chiarire il tipo di innesco e di esplosivo utilizzati. Un secondo uomo sospettato è un 28enne tedesco di Froendenberg (20 chilometri da Dortmund). Secondo i giornali Koelner Stadt-Anzeiger ed Express, i due avrebbero legami con lo Stato islamico. Non si esclude la pista del tifo violento, anche se pare le prime parole scritte siano: "Nel nome di Allah, il compassionevole, il misericordioso". Il match con il Monaco, valido per l'andata dei quarti di finale di Champions League, rinviata martedì notte, si recupererà stasera.

Un biglietto di rivendicazione per l'attacco compiuto ieri a Dortmund è stato trovato vicino al luogo dell'attacco.

Higuain porta De Laurentiis in tribunale per alcune vecchie pendenze
Ieri le parti hanno nominato gli arbitri di parte, ma non c'è l'accordo sulla nomina del presidente dell'arbitrato. Il giocatore chiede e pretende di essere risarcito per alcuni soldi che ancora gli spetterebbero.

Nella Germania con i nervi tesi a causa del terrorismo internazionale, gli avvenimenti di Dortmund vengono seguiti con il fiato sospeso dai tedeschi, che sperano si sia trattato di una provocazione sportiva. La motivazione dell'attacco è pertanto "terroristica", anche se i motivi precisi dell'azione restano ancora ignoti.

Lettera la cui autenticità, ha spiegato il procuratore Sandra Luecke, deve "essere ancora verificata" ma sul cui contenuto non ha voluto fornire alcun particolare, alimentando cosi' il giallo sull'episodio. Questa seconda presunta rivendicazione invece proverrebbe da ambienti vicini alla scena anti-fascista di sinistra in particolare il gruppo Antifa-Duktus.



Altre Notizie