blognotizie.info 23 Mag 2017


Papa Francesco, l'Angelus di domani, 16 aprile 2017!

17 Aprile 2017, 08:44 | Amalia D'elia

Papa Francesco: "convivere con la frustrazione”

Papa Francesco, l'Angelus di domani, 16 aprile 2017!

Piazza San Pietro gremita di fedeli per la Messa di Pasqua presieduta da Papa Francesco.

Le vittime di antiche e nuove schiavitù, i bambini sfruttati, i migranti forzati che fuggono da fame, guerre e terrorismo, i conflitti che insanguinano il mondo, che bisogna avere il "coraggio" di arginare. "Fratelli e sorelle questo è quello che mi viene di dirvi tornate a casa oggi ripetendo nel vostro cuore, 'Cristo è risorto'".

Il Pastore Risorto va a cercare chi è smarrito nei labirinti della solitudine e dell'emarginazione; va loro incontro mediante fratelli e sorelle che sanno avvicinarsi con rispetto e tenerezza e far sentire a quelle persone la sua voce, una voce mai dimenticata, che le richiama all'amicizia con Dio. È di ieri l'ultimo ignobile attacco ai profughi in fuga che ha provocato numerosi morti e feriti. Doni pace a tutto il Medio Oriente, a partire dalla Terra Santa, come pure in Iraq e nello Yemen. "Non manchi la vicinanza del Buon Pastore alle popolazioni del Sud Sudan, del Sudan, della Somalia e della Repubblica Democratica del Congo, che patiscono il perpetuarsi di conflitti, aggravati dalla gravissima carestia che sta colpendo alcune regioni dell'Africa". In unmomento di profondo raccoglimento, i fedeli e i prelati chegremiscono la basilica si sono inginocchiati e sono rimasti inpreghiera insieme al Pontefice, che al termine è stato aiutato arialzarsi dai due cerimonieri al suo fianco. Lui è lì, che ci guarda dalla Croce, perché dopo tanta sofferenza c'è sempre la risurrezione.

Mercato automobilistico in netta crescita, sia nuovo che usato
Nonostante tutte le agevolazioni sopra esposte per il “nuovo”, il mercato dell’usato non resta a guardare. Vediamo sia per il nuovo che per l’usato quali sono state le cause che hanno permesso al mercato di risvegliarsi.

Il Signore risorto, che non cessa di colmare il continente europeo della sua benedizione, doni speranza a quanti attraversano momenti di crisi e difficoltà, specialmente a causa della grande mancanza di lavoro soprattutto per i giovani. Risuona così ad una sola voce in ogni parte della terra l'annuncio più bello: "Il Signore è veramente risorto, come aveva predetto!".

Il nuovo Santuario assisano, aggiunge Papa Francesco: "nasce come profezia di una società più giusta e solidale, mentre ricorda alla Chiesa il suo dovere di vivere, sulle orme di Francesco, spogliandosi della mondanità e rivestendosi dei valori del Vangelo" - aggiunge infine il Pontefice - "Ci si deve spogliare, in sostanza, più che di cose, di sé stessi, mettendo da parte l'egoismo che ci fa arroccare nei nostri interessi e nei nostri beni, impedendoci di scoprire la bellezza dell'altro e la gioia di aprirgli il cuore".



Altre Notizie