blognotizie.info 26 Mag 2017


M5s, Nuti: mi autosospendo dal gruppo parlamentare

17 Aprile 2017, 08:57 | Amalia D'elia

Giulia Di Vita si autosospende dal gruppo del Movimento 5 Stelle.

"Mi autosospendo dal gruppo parlamentare 5 stelle fino al termine della mia sospensione dal Movimento". Dopo Riccardo Nuti, la deputata del M5S di Palermo ha deciso di escludersi temporaneamente dal gruppo pentastellato dopo che i magistrati del capoluogo siciliano hanno chiesto il rinvio a giudizio per il caso delle firme false delle comunali 2012.

Pasqua fortunata a Capri, vinto un milione di euro al Superenalotto
La vincita fa parte di "pasqua milionaria": si trattava di un'estrazione dei biglietti giocati nelle ultime cinque settimane.

"Adesso non c'è più nulla da strumentalizzare - scrive -. Con la mia scelta, i portavoce del gruppo M5S non avranno l'imbarazzo di doversi esprimere nei miei confronti in inutili riunioni, distanti dall'obiettivo: la rivoluzione culturale del Paese", aveva annuncia l'altro ieri su Facebook Ricardo Nuti. Ho capito il giochino politico intorno a partiti e avversari - aggiunge -, per convenzione cui voglio alimentarlo con alcun strada. Dunque ho deciso di togliere il giocattolo a quanti vogliono distruggere un sogno collettivo e speciale. "Confermo la mia fiducia nella giustizia", "proverò la mia innocenza e la costante fedeltà ai principi del Movimento". Proseguirò, guardando al, la mia fervore dignitoso senza energia risparmiarmi. "Capisco, inoltre - prosegue - la difficile posizione in cui si ritroverebbero colleghi al cui fianco lavoro, orgogliosamente da 4 anni, molti dei quali diventati amici, costretti a pronunciarsi su di me".

Infine Di Vita ha ribadito che continuerà a restituire parte dello stipendio: "Continuerò naturalmente a restituire parte dello stipendio destinandolo al fondo, gestito dal Ministero dello Sviluppo Economico, dedicato al microcredito e a cui ho già versato oltre 215.000 euro da inizio legislatura ad oggi". Denuncerò ancora conflitti di interessi, malaffare e mafie - conclude - come ho fatto in questi anni con gli atti. Con Di Vita e Mannino, Nuti aveva firmato un esposto, archiviato, contro il candidato alle Amministrative, Forello. "Nel frattempo ho accettato la sospensione che mi è stata comminata e infatti non utilizzo il simbolo e non parlo a nome del M5S". Da qui la messa alla porta dei tre indagati M5S che, a questo punto, sono ad alto rischio espulsione.



Altre Notizie