blognotizie.info 26 Aprile 2017


Pioli: "La Fiorentina è un bivio, l'Inter può fare di più"

20 Aprile 2017, 07:52 | Agostino Fabbiani

Pioli: "La Fiorentina è un bivio, l'Inter può fare di più"

L'Inter si svena per Simeone

Dopo il pareggio a tempo scaduto subito col Milan, l'Inter tornerà in campo sabato sera contro la Fiorentina al Franchi per cercare una vittoria che manca ormai da quattro partite.

Com'è stato il giorno dopo il derby? Contro i viola schiererò la formazione migliore per tornare alla vittoria. "Poi è normale che siamo tutti legati ai risultati".

Quante volte hai rivisto la fine del derby? Poi le palle inattive.

Suning progetta l'apertura di un superstore a Milano?

" Cosa mi dà fiducia per queste ultime partite?"

L'Europa League si può conquistare? Anche perché fino ad oggi proprio con le big l'Inter ha troppo spesso chinato il capo non riuscendo mai ad imporsi e vanificando la cavalcata che l'aveva portata anche a ridosso del quarto posto. "Abbiamo analizzato gli errori che in passato non facevamo e dobbiamo migliorare le nostre prestazioni". "Abbiamo avuto un calo, questo si', abbiamo commesso degli errori che prima non commettevamo, ma - conclude - abbiamo tutte le possibilita' per finire bene il campionato". "Nelle ultime partite abbiamo preso solamente un gol con squadra schierata".

"Noi abbiamo sbagliato a Crotone. Su questo dovremo lavorare".

Che spiegazioni ti sei dato? Abbiamo sempre interpretato una partita come quella da affrontare al massimo.

"Nelle ultime gare ci è mancata la capacità di restare dentro la partita con concentrazione per tutti i 95 minuti".

C'è stato l'atteggiamento giusto da parte di quelli che sono entrati dalla panchina? . Chi ha giocato ha dato il massimo, dovevamo gestire meglio alcune ripartenze.

Sorpresa a Monte Carlo, fuori Andy Murray
Venerdì Cuevas se la vedrà contro Lucas Pouille , che ha approfittato del ritiro di Adrian Mannarino dopo appena tre game. Un sanguinoso doppio fallo regala il break del 4-3 nel secondo set a Vesely e tutto torna da capo.

Non vincere a Firenze vorrebbe dire perdere una grossa chance? "Abbiamo 5 punti dalla quarta in classifica, compreso lo scontro diretto con la stessa Lazio". "Sarebbe importante tornare da Firenze con i tre punti". "E' importante tornare coi tre punti".

Si aspetta di più da Miranda?

"Ha già dimostrato tutte le sue qualità, non è un singolo che deve fare meglio ma tutto il collettivo". "Tutti devono continuare a lavorare con entusiasmo e positività per farsi trovare pronti quando verranno chiamati in causa".

Pesa aver abbandonato il sogno Champions League?

"Alleno una squadra di professionisti, molto attenti a dare il meglio".

Per te e per la squadra non avere certezze per il futuro credi abbia influito? .

"Io di solito in queste situazioni sono molto attento, valuto l'operato della societa' e dei dirigenti nei momenti delicati della stagione che arrivano sempre". Non mi faccio influenzare dai risultati, quello che conta è la prestazione. Se vado avanti così è perché la squadra mi dà affidabilità.

La Fiorentina è interessata a lei, cosa ne pensa?

Se la Fiorentina ti chiama? Firenze rimane partite importante e difficile. "Abbiamo poco margine di errore". "Non dobbiamo guardarci indietro, dobbiamo parlare con i fatti".

Che difetti ha l'Inter con questo modulo? Serve maggiore protezione? "Tutti i sistemi hanno vantaggi e svantaggi, non dico gli svantaggi favorirei il mio collega". Ci sono due situazioni che ci hanno penalizzato, la gestione della palla e le palle inattive.



Altre Notizie