blognotizie.info 26 Aprile 2017


Parigi, spari sugli Champs Elysées Ucciso un poliziotto, un altro ferito

21 Aprile 2017, 12:02 | Amalia D'elia

Spari sugli Champs Elysees

Parigi sparatoria sugli Champs Elysees ucciso un poliziotto

Lo ha riferito il portavoce del ministero dell'Interno, Pierre-Henry Brandet. L'uomo che stasera ha ucciso un agente di polizia aveva scritto sul sistema di scambio di messaggi Telegram di voler uccidere degli agenti di polizia.

L'assalitore morto era schedato con la lettera che indica gli individui radicalizzati a rischio di perpetrare attentati. Le immagini trasmesse dalle reti tv mostrano gli Champs Elysées presidiati da decine di veicoli della polizia. Per il quotidiano Le Figaro il "secondo attentatore è in fuga".

Jorginho: "Puntiamo al secondo posto, ma adesso pensiamo al Sassuolo. Napoli…"
E' una città che ti dà tante soddisfazioni, tu porti il loro colore che rappresenti in campo, è in più e di speciale. Stiamo lavorando per il futuro, stiamo lavorando tanto e vediamo quello che succederà, pensiamo al Sassuolo ".

Tutta la zona è stata chiusa. Secondo una prima ricostruzione ci sarebbe stato un attacco a colpi di kalashnikov dinanzi a un negozio di "Marks & Specer" che è una noto marchio commerciale britannico. Nonostante ciò, a quanto si apprende, un terrorista sarebbe fuggito in un garage vicino. Sarebbe in corso un'operazione in Rue de Miromesnil dove si nasconderebbe l'altro attentatore scampato alla sparatoria. Un secondo assalitore degli Champs-Elysees è in fuga. Questo è il motivo per il quale tutta l'area resta blindata, accessibile soltanto alla polizia. Diversi i cecchini sui tetti mentre un paio di elicotteri stanno sorvegliando la zona. E domenica quasi 47 milioni di elettori francesi saranno chiamati alle urne per il primo turno delle elezioni presidenziali e mai come quest'anno la situazione sembra incerta, a maggior ragione dopo i fatti di ieri, con i quattro maggiori candidati racchiusi in una manciata di punti. La natura dell'attacco non è stata ancora accertata e fonti degli inquirenti affermano che "nessuna pista è esclusa". Secondo le foto pubblicate sui social media da alcuni testimoni, la strada era stata bloccata da cordoni di sicurezza e presidiata da cellulari della polizia e da agenti che impedivano l'accesso alle auto e ai pedoni.



Altre Notizie