blognotizie.info 26 Mag 2017


Fca: Ue apre infrazione su emissioni

17 Mag 2017, 04:14 | Alberto Lambruschi

Fiat Mobi

Fiat Mobi

La Commissione europea ha deciso di avviare una procedura di infrazione nei confronti dell'Italia per il mancato adempimento da parte di Fiat Chrysler Automobiles (FCA) degli obblighi derivanti dalla normativa UE in materia di omologazione dei veicoli. Sotto la lente, in particolare, il controllo delle emissioni per cui, secondo Bruxelles, il nostro Paese avrebbe adottato "misure insufficienti". Al termine di tale esame, ora l'esecutivo "chiede formalmente all'Italia di dare una risposta alle sue preoccupazioni circa l'insufficiente giustificazione fornita dal costruttore in merito alla necessità tecnica - e quindi alla legittimità - dell'impianto di manipolazione usato e di chiarire se l'Italia è venuta meno al suo obbligo di adottare misure correttive per quanto riguarda il tipo di veicolo Fca in questione e di imporre sanzioni al costruttore di auto". In base alle regole Ue, infatti, spetta alle autorità nazionali verificare che un tipo di automobile soddisfi tutte le norme prima che siano vendute.

Per parte sua la commissaria responsabile del Mercato interno, Elzbieta Bienkowska ha sostenuto che "lo scandalo sulle emissioni ha dimostrato che la responsabilità di far rispettare la legge e di punire coloro che la violano non può essere lasciata esclusivamente ai singoli Stati membri".

Inter, si va verso la cessione di Perisic per il FFP
Il croato piace tanto a Conte , ma qualora il tecnico decidesse di accettare la sontuosa offerta interista, anche il futuro di Perisic potrebbe cambiare.

Accuse seccamente smentite sia da FCA, che dal ministro dei Trasporti italiano, Graziano Delrio, il quale ha più volte ribadito l'assenza di dispositivi illeciti per i modelli del gruppo italo-americano, presentando a marzo un report alla Commissione europea. Berlino ha in seguito chiesto a Bruxelles di mediare nella controversia.

La fonte Ue di Euroactiv ha affermato: "Le autorità italiane devono ancora fornire ulteriori informazioni che possano convincerci che i dispositivi utilizzati nella produzione dei modelli Fiat siano giustificati e possano quindi essere considerati legali". Delrio conclude infine che "considerato che dopo la fine del processo di mediazione, dagli uffici della Commissione non abbiamo ricevuto nessuna richiesta di ulteriori informazioni rispetto a quelle gia' fornite nei mesi precedenti si chiede di rimandare l'avvio della proceduta di infrazione in attesa di ricevere una lettera di richiesta di chiarimenti sulle questioni sollevate dai vostri uffici competenti, come concordato durante l'ultima conversazione telefonica". "Durante il processo di mediazione abbiamo sottolineato che Fca ha avviato volontariamente una campagna di ricalibratura a febbraio 2016 per migliorare le performance delle emissioni, ben prima che la Germania ci informasse dei risultati emersi dai loro test".



Altre Notizie