blognotizie.info 24 Mag 2017


Inter, Ausilio: "Potremmo acquistare anche Ronaldo, ma dobbiamo rispettare FPF"

19 Mag 2017, 07:21 | Agostino Fabbiani

Ausilio: spogliatoio spaccato, un errore De Boer, cerchiamo uno come Conte ma son tutti occupati...

Inter Ausilio Squadra divisa in gruppetti cerchiamo un tecnico come Conte

A confermarlo è il ds Ausilio durante 'Il Corso di perfezionamento in Diritto Sportivo e Giustizia Sportiva', dove ha fatto intendere chiaramente qual è la potenza economica di Suning: "L'Inter ha lasciato un concetto di proprietà famigliare come era quella di Moratti".

Ausilio spiega che all'Inter bisognerebbe "essere più bravi nella comunicazione" e racconta l'inizio di una stagione segnato dall'addio di Mancini e poi dalla scelta di affidare la squadra a Frank de Boer: "Siamo andati su un allenatore che non conosceva la serie A ma anche chi non aveva immaginazione poteva capire che saremmo partiti in ritardo rispetto agli altri" e ammette che la società quest'anno "dovrà fare meno errori rispetto ai tantissimi commessi quest'anno". E' stato Thohir a fare un bel business e a favorire l'inizio di un percorso che prevede il rinforzarsi ma tenendo contro anche dei ricavi.

Oggi in Italia il club dominante è la Juventus: "Noi abbiamo un tetto salariale da rispettare e tra la Juventus che partecipa regolarmente alla Champions e noi ci sono circa 200 milioni di differenza". Dopo la retrocessione hanno lavorato seguendo un idea di business, hanno investito nel settore giovanile, hanno avuto una grande visione dal punto di vista manageriale. Fai anche fatica a trovare cose negative, ma sicuramente hanno i loro difetti.

"Oggi non è possibile pensare che nel calciomercato si possano spendere 200 o 300 milioni di euro". Abbiamo una proprietà forte e solida che potrebbe tranquillamente acquistare calcolatori come Cristiano Ronaldo, ma la verità è che non possiamo farlo perché c'è quel famoso Financial Fair Play, che tiene conto dello sviluppo del club che deve avere una struttura che gli consenta di arrivare a calciatori di una certa importanza. Se non programmi bene puoi andare incontro a una stagione negativa e l'Inter quest'anno ha programmato male: abbiamo cambiato quattro allenatori, arriveremo settimi o ottavi con una rosa di buoni calciatori.

Legge elettorale, nasce il caso Mazziotti: ipotesi "dimissioni" sul tavolo
Lo ha detto il presidente dell'Anci, Antonio Decaro, partecipando alla manifestazione organizzata dall'Unione delle Province al teatro Quirino di Roma.

"I ragazzi si allenano e anche bene".

Piero Ausilio, direttore sportivo dell'Inter, ne ha per tutti. Siamo lì tutti i giorni. La chiosa sull'allenatore: "Pensiamo ad allenatori con caratteristiche di un certo tipo ma poi devi confrontarti con il mercato". Non sono un gruppo solidale tra loro, ci sono tanti gruppetti e tanta gente che pensa a se stessa.

"Abbiamo perso la partita e per tutta la settimana si è parlato dell'allenatore che sarebbe venuto al posto di Pioli".



Altre Notizie