blognotizie.info 22 Mag 2017


Nicky Hayden investito in bici, le sue condizioni sono ancora critiche

19 Mag 2017, 09:04 | Agostino Fabbiani

Hayden incidente: investito il pilota americano, le sue condizioni [LIVE]

Nicky Hayden

Non possiamo che attendere nuovi aggiornamenti sulle sue condizioni e augurare al pilota americano della Honda, che ha gareggiato per 13 anni nella MotoGp per poi passare l'anno scorso alla Superbike, una pronta guarigione. L'incidente è da subito apparso grave e dalle prime informazioni che filtrano si apprende che Nicky Hayden ha un edema cerebrale diffuso e i medici del reparto rianimazione che lo hanno in cura stanno disponendo una sonda pic per monitorare la pressione intracranica per valutare se sia necessario aprire una fessura nella scatola cranica per ridurre l'edema.

Nicky Hayden, motocicilista statunitense classe '81, campione del mondo MotoGP nel 2006, è ricoverato all'ospedale di Cesena in condizioni molto gravi in seguito a un incidente stradale nel riminese. Lo strazio nello strazio. "Nicky Hayden resta ricoverato nel reparto di rianimazione, il quadro clinico resta di estrema gravità". "Ti mando tutta la forza del mondo Nicky!".

Il pilota, che attualmente corre nel Mondiale Superbike con la Honda, si stava allenando in sella alla sua bici da corsa, vicino a Misano Adriatico, quando è stato travolto da una Peugeot guidata da un 30enne della zona, rimasto miracolosamente illeso. Il campione di moto è in prognosi riservata a causa di un trauma addominale e un trauma cranico.

Ghoulam si vede ancora a Napoli: L'anno prossimo puntiamo allo scudetto
Ghoulam parla inoltre della famiglia che si è venuta a creare nel gruppo partenopeo: "Allan la sa fare la brace (ride ndr)". Lo scudetto è un sogno ma a volte i sogni si realizzano e possono essere ancora più bello di quello che si immaginava.

La foto che vedete sopra era stata postata soltanto ieri nella sua pagina Instagram e Hayden era assieme a un suo meccanico della Honda, contento di condividere quest'altro sport.

Ad ogni modo, argomenta Rossi, "il più bel ricordo che ho di lui però è quando è venuto a darmi la mano dopo la sfortunata gara di Valencia 2015, durante il giro d'onore". Per lui era l'addio alla MotoGP, io avevo appena perso il mondiale.



Altre Notizie