blognotizie.info 22 Mag 2017


Inter, si guarda sempre in casa Roma: incontro con l'agente di Rudiger

19 Mag 2017, 12:34 | Agostino Fabbiani

Getty Images

Ausilio'Sabatini? Sapevo tutto

A pochi minuti dal fischio d'inizio di Inter-Sassuolo, il direttore sportivo nerazzurro fa il punto ai microfoni di Premium Sport tra l'esonero del tecnico Pioli e l'arrivo del nuovo coordinatore tecnico del Suning Sports Group: "L'esonero di Pioli è stato un'idea per dare la scossa, si cerca di far capire ai giocatori che questa è l'ultima possibilità per raddrizzare una situazione che non piace a nessuno". Figuraccia servita, ma capita. Conte? Non so come si possa convincere, ma non c'è solo Conte, anche altri ce ne sono, ma tutti hanno contratti importanti. "Tutto qui, non ho mai dato le dimissioni e mai le darò". "Esonero Pioli? L'idea è stata quella di anticipare un discorso, visto che la decisione era stata presa, e sembrava corretto dare la possibilità all'uomo di potersi organizzare". Nel calcio può capitare, non c'è sempre una spiegazione a tutto: "Io resto convinto che questa sia una squadra di qualità, ma è evidente che ci sono dei problemi di personalità". Quando si prendono decisioni di questo tipo non è mai facile, soprattutto quando c'è di mezzo una persona di grandi valori tecnici e morali come Pioli.

Speedy WhatsApp: in arrivo nuova versione di quick reply
Una procedura semplice e veloce perché basterà effettuare uno swype verso destra sul messaggio in questione e iniziare a scrivere. Tenendo sempre presente che, per provare le nuove funzionalità , WhatsApp mette già a disposizione il suo canale beta .

Nella giornata di ieri, infatti, il direttore sportivo dell'Inter è stato protagonista di due incontri di rilevante importanza per la programmazione del futuro della società di Corso Vittorio Emanuele. "Anche Sabatini sapeva che all'Inter c'ero io ed è una cosa che ha accettato", ha proseguito Ausilio. "Stiamo strutturando la società, poi sceglieremo l'allenatore e poi i giocatori". Noi ci conosciamo, siamo amici, poi contano i fatti. Bisogna rientrare in Champions League e bisogna partire da un allenatore, quindi prima dobbiamo strutturarci e poi possiamo parlare di rinforzi. Ci siamo presi del tempo. Ha qualità, bisogna riflettere sull'età, ma non dimenticate cosa ha fatto Pirlo alla Juve a quell'età. "Vogliamo organizzarci per portare avanti un progetto ma al momento non c'è nessuno in vantaggio su altri".



Altre Notizie