blognotizie.info 22 Mag 2017


Pubblica amministrazione, dipendenti licenziabili dopo 3 anni di "bocciature"

19 Mag 2017, 06:55 | Amalia D'elia

Petraglia (SI): decreto Madia affossa Ricerca e non migliora Università

Statali riforma Pa in arrivo tutte le modifiche richieste. Cosa cambia

Finalmente ci siamo: sarà approvata oggi in Consiglio dei Ministri la riforma degli statali che porterà all'assunzione dei precari della pubblica amministrazione.

Non solo, il superamento della legge Brunetta sui criteri di assegnazione dei premi di produttività e poi ovviamente i superamento dello scoglio "contratti statali", con lo sblocco degli stipendi che sembra davvero essere arrivato al giusto epilogo.

Il dipendente pubblico che ottiene valutazioni negative dai suoi superiori per tre anni di fila sarà licenziato. Inoltre, si è preso in considerazione un nuovo codice riguardante i licenziamenti.

Recensione IG Markets
A questo proposito vale la pena precisare che IG offre quattro tipologie di conto: demo, standard, premium e aziendale. Questa azienda fa parte del gruppo IG Group Holdings plc, che è quotata presso la borsa londinese.

Accanto alle classiche false timbrature, assenze ingiustificate, false dichiarazioni per ottenere posti o promozioni e così via, le nuove regole impongono l'addio a chi viola in modo "grave e reiterato" i codici di comportamento, mostra uno "scarso rendimento" a causa di reiterate violazioni degli obblighi per le quali è già stato sanzionato, oppure va incontro a "costanti valutazioni negative". In una nota ufficiale la Confsal ha dichiarato che la Madia ha dato ampie rassicurazioni sul fatto che "per la fine di maggio verrà emanata la direttiva per il rinnovo dei contratti, attesa ormai da 8 anni dai dipendenti pubblici". Resta fermo per che i casi di illeciti colti in flagranza, come per i 'furbetti del cartellino', l'azione per il licenziamento si deve concludersi in 30 giorni. "Abbiamo bisogno di far entrare i giovani, ma non di qualunque professionalità, di quelle che servono".

Nuove finestre per assunzione precari Viene disegnata una roadmap, che si snoderà tra il 2018 e il 2020, per assorbire chi da tre anni, anche non continuativi, degli ultimi otto è a servizio della P.a. Il requisito dei tre anni potrà essere maturato non più entro la data di pubblicazione del decreto (28 agosto 2015), ma entro il 31 dicembre 2017. "Dal monitoraggio del ministero abbiamo la prova concreta dell'efficacia delle sanzioni" per i furbetti, ovvero il licenziamento lampo, rivendica il ministro Madia. Quindi non si è trattato di norme "sbandierate" c'è la "prova della loro efficacia", afferma, citando un recente caso di applicazione delle misure in Emilia Romagna. "Dal primo settembre" ci sarà un polo unico per le visite fiscali, con le competenze sui controlli che passeranno dalle Asl all'Inps, omologando il settore pubblico a quello prIvato.



Altre Notizie