blognotizie.info 26 Giugno 2017


Phil Spencer: la retrocompatibilità aiuterà i giocatori single player

18 Giugno 2017, 03:18 | Amalia Delia

Nemmeno Microsoft crede in Xbox One X: venderà di più Xbox One S

Controller di XBox

Phil Spencer ha dichiarato: "Noi ascoltiamo il feedback dell'utenza".

Infine, sempre nel corso dell'intervista con Giant Bomb, il manager ha spiegato che in un momento in cui i videogame sono più concentrati nelle partite online, la retrocompatibilità con i classici della prima generazione di Xbox potrebbe far tornare in auge la modalità in single player: "Uno dei motivi che mi hanno spinto a portare la retrocompatibilità con i titoli Xbox 360, è perché credo che alcuni di quei videogames debbano avere l'occasione di essere giocati anche ai nostri giorni".

La conferenza dell'azienda di Redmond, difatti, nonostante sia passata un pelo sottotono rispetto a quella di Nintendo, certamente non è stata un fiasco, anzi. Dichiarazioni molto interessanti che mettono in chiaro la strategia di Microsoft nel mondo dei giochi.

Bogotà bomba in centro commerciale, tre morti e nove feriti
Ambulanze e vigili del fuoco sono subito accordi nel luogo dove è avvenuto l'attentato, ed i feriti sono stati portati in ospedale.

Spencer ha affermato: "Una delle cose che mi preoccupano, e ne ho già parlato in passato, sono i giochi single-player story-driven".

Vi ricordiamo che Xbox One X sarà disponibile sul mercato dal 7 Novembre ad un costo di 499 euro. Alla fine, secondo lui, venderà di più la versione S perché "in fin dei conti la maggior parte delle persone vuole solo comprare una console, impugnare un controller tra le proprie mani e giocare a giochi che li facciano divertire". Il cross platform interno di Microsoft è davvero una bella notizia per tutti i videogiocatori PC e Xbox e non vediamo l'ora di scoprire quando tutto ciò sarà possibile.



Altre Notizie